di Mara Turani
In un’ ora e cinquantadue minuti, ieri in Consiglio, il nostro Sindaco Ciriani ha illustrato per filo e per segno tutte le novità del suo mandato facendoci immaginare la città del futuro che ognuno di noi vorrebbe realizzata.

E la passione nell’esporre punti come musica ed eventi in Rivierasca, casa del fumetto, riserve Gea di ritorno ai cittadini come riduzione del costo del servizio, facilitazioni per artisti di strada (ben accolti purché bravi) ci ha fatto sospettare un lato “grillino” inimmaginabile. Da marzo, oltre alla primavera, sbocceranno vari progetti: ufficio operativo Lavoro-clausola sociale, variante antidegrado con pulizia della città, trenta procedure di gara per intercettare fondi ecc.. tant’è che, per un attimo, ho temuto fosse inclusa a bilancio anche la seconda conquista della luna!

Da oggi, dunque, parte la nostra marcia in quel solco tracciato simbolicamente tra la vecchia e la nuova amministrazione, dove la responsabilità politica cambia faccia. Cammineremo lungo il solco per contare quanti semi si tradurranno in pianta, portandoci in spalla una proposta di bilancio partecipato respinta in toto, una proposta “zone Siae free” semi accolta da riportare in commissione e poi votare, più una mozione stop doppi incarichi… in stand by. Per il momento comunichiamo alla base un semplice: Houston, no problem… forse. Intanto, vado a cercarmi un paio di moon boot!