di Danilo Toneguzzi
La richiesta da parte del centrosinistra di votare la delibera sulla vendita delle quote ATAP in maniera segreta ha sollevato parecchio stupore. Molti si chiedono quale strategia si celi dietro questa richiesta.
Sulla stampa si legge l’ipotesi che il voto segreto potrebbe far emergere una spaccatura della maggioranza. E se non fosse così? E se fosse, in realtà, più semplice?
Qualcuno pensa veramente che il sindaco Ciriani potrebbe portare in consiglio una delibera così importante senza avere la certezza dei numeri a suo favore? Non siamo in parlamento; siamo in un consiglio comunale!
E se la spaccatura esistesse, invece, proprio all’interno del centro sinistra?
Ricordiamoci che il trasporto pubblico è un tema storicamente “caro” al centro sinistra, soprattuto nella nostra regione; ricordiamoci che la giunta precedente ha posto le basi per la vendita delle quote ATAP; ricordiamoci gli attacchi recenti di Sonego a Vagaggini; ricordiamoci, infine, le recenti dichiarazioni di Bolzonello, contrario alla vendita.
Insomma, pare che le idee non siano così chiare nel centrosinistra.
Molto probabilmente lunedì la votazione sulla vendita delle quote ATAP sarà palese e potremo sciogliere tutti i dubbi…