di Danilo Toneguzzi

Apprendiamo con piacere la decisione della giunta di istituire un organismo ad hoc per vigilare sui futuri sviluppi della sanità pordenonese. Numerose sono le criticità e troppo importanti sono le sfide in questo ambito.
La comunità pordenonese ha diritto ad una #sanità all’avanguardia, accessibile ed efficace.
Riteniamo fondamentale, pertanto seguire tecnicamente i lavori del nuovo ospedale e della cittadella della salute, così come facilitare una sempre più efficace rete di collegamento tra ospedale e territorio, unica e vera soluzione alla necessità di continuità nelle cure e di risposte alla cronicità.
Tra gli obiettivi della consulta, il M5S raccomanda anche un’attenzione di riguardo nei confronti della salute di tutti gli operatori della salute. Il benessere organizzativo e la serenità degli operatori sono il fondamento di una relazione accogliente e funzionale che il paziente necessita.
Troppo spesso la disfunzionalità organizzativa viene compensata, o per lo meno limitata, a caro prezzo dagli sforzi e dalla buona volontà degli operatori.
E’ imperativo, quindi, in questo momento di rinnovamento della sanità pordenonese mantenere gli operatori sanitari e il clima relazionale in cui operano al centro degli obiettivi, perché sono di fatto gli attori principali dei servizi erogati. Auspichiamo, quindi, che la consulta appena istituita dalla nuova giunta assuma responsabilmente anche questa istanza come priorità.