Skip to main content Skip to search

Archives for agosto 2017

TEATRO VERDI – O LUNA LUCENTE… E IL NODO POLITICO (riassuntino un po’ vol-au-vent)

di Mara Turani

In un recente articolo la stampa locale (MV) ci ha informati sul rinnovo del cda del nostro caro Teatro Verdi; ho riflettuto sul nuovo che avanza… sulle dinamiche delle nomine e qualche piccola considerazione riassuntiva mi scappa di farla… Il Teatro, come in un racconto pirandelliano, cerca personaggi che abbiano il dono del finanziamento perché, si sa, per far Cultura servono i soldi. Ed ecco scatenarsi il valzer delle domande shakespeariane ovvero chi essere o chi non essere, associazione o fondazione, Art bonus si o Art bonus no, privato o pubblico… il cda intanto rimane invariato cosicchè si possa continuare “come da tradizione” senza grossi scossoni. Lo statuto per il momento non si tocca e Pordenone rimane in stand-by perché del doman non v’è certezza, lo si sa, benedetta Legge di… Stabilità! La politica innanzi tutto, come Dio comanda e chi vuol essere, lieto sia. Le quote rosa sono “a tempo” in attesa di avere il tempo di arrivare a scelte condivise, ma sempre in ritardo sul maschio-pigliatutto, puntuale e preciso. Ma il colpo di scena, o miei signori? Il Teatro lo reclama! Ma gli “artisti” avran la meglio sul destin del Tempio? Intanto… l’apertura è già qualcosa… e l’Arte, l’Arte avrà parola alcuna? Chiedo a Goldoni la risposta che, nel mondo della luna (ahimè non stelle!) forse sarà:
O Luna lucente,
Di Febo sorella,
Che candida e bella
Risplendi lassù,
Deh, fa che i nostri occhi
S’accostino ai tuoi,
E scopriti a noi
Che cosa sei tu.

Read more

ATAP – RIVOLUZIONE AL VERTICE: SCARICATO VAGAGGINI. (Le note Facebook dei nostri portavoce)

di Mara Turani

Il centrosinistra si accorge dopo quindici anni che la parola CONFLITTO D’INTERESSE ha un significato anche per ATAP (vedi voce Vagaggini) e siccome tutte le battaglie politiche hanno un papà, direi che questa è stata la battaglia politica per eccellenza del M5S. Lo dicemmo in campagna amministrative 2016, quando soli affrontammo i Sedici Incarichi del Presidente e continuammo a dirlo a bocce ferme, finita la campagna. Quindi mi chiedo perché ora si? Spero e mi auguro non sia per avere la giusta visibilità nella corsa alle regionali? E spero anche si accorgano presto (sinistra compresa) che l’acqua solleverà un altro mare di perplessità con una possibile entrata in scena di Hera… Allora vedremo se i CONFLITTI D’INTERESSE saranno portati alla luce subito o si aspetterà il momento giusto. Ma qui entriamo nel cosiddetto “processo alle intenzioni”, espressione spesso usata dai politici, salvo poi salire sul carro quando conviene. Se avete tanta immaginazione, provate come me a pensare ad una Pordenone senza M5S… qualcuno avrà pur il merito di aver acceso la lampada di giorno, proprio come Diogene di Sinope, detto il cane, che soleva cercare di far luce sul cammino in cerca dell’uomo… A noi la lampada serve per altre faccende, altrettanto gravi. L’uomo, molto spesso, lo identifichiamo subito, ahimè. Quindi aspettate a deriderci quando parliamo di servizio pubblico e conflitti, di moralità ed etica nella politica. Potreste darci ragione, col senno di poi!

 

di Mara Turani

Attenzione a non cadere nel tranello: non è oro quel che luccica e non sempre chi grida al lupo al lupo è in pericolo! In politica succede anche questo perché da sempre la politica è il tutto ed il suo contrario, questione di tempi; succede che per esempio ora che è finita l’epoca Vagaggini (perché non è più in Atap è già in tpl) faccia comodo ALLA SINISTRA e in particolare al Consigliere Colussi cavalcare l’argomento quando tutti i tasselli sono sistemati e quando parlare di conflitto d’interessi non faccia più… male come prima. Quindi quel che sembra un attacco, in realtà non è più un vero attacco, ma è quasi una difesa. Facile ora, un po’ meno quando nessuno ne parlava e si andava a toccare un argomento intoccabile, tant’è che il M5S si prese il rischio di dire l’indicibile, palesemente sotto gli occhi distratti di tutti. Finchè tutto non era sistemato… il silenzio era difesa. Non si parla di ciò che non si ama mettere in luce ovviamente ed è un po’ il modus operandi della politica, fateci caso; non sentimmo nessun clamore e nessuna indignazione quando pubblicammo l’articolo “l’immondizia viaggia in autobus”, tantomeno quando molti candidati in campagna amministrative 2016 si presero la briga di denunciare alcune incongruenze dirigenziali nelle partecipate. Allora il silenzio di tutti ci poneva “solo” come I PALADINI DELL’UTOPIA ETICA mentre le cose procedevano come dovevano! Dalla Visura camerale risulta dunque che Vincenzo Milanese, in predicato di entrare nel cda in quota csx DETIENE 15 AZIONI. Lo può dire qualcuno di sinistra o di destra, per favore? Ops… toccherà di nuovo a NOI rompere le uova nel paniere!
 
 di Samuele Stefanoni

Ed ecco che finalmente finisce l’era Vagaggini, alla guida di Atap. Lo abbiamo chiesto a gran voce ancora durante la campagna elettorale, lo abbiamo chiesto per un anno intero in consiglio comunale, presentando prima una interrogazione scritta con la quale chiedevano al sindaco circa l’opportunità politica del suddetto, poi con la mozione stop ai doppi incarichi (Vagaggini, tra pubblici e privati, lo ricordiamo, ne ha 16).
Un atto dovuto del quale noi del M5S ci attestiamo il merito di aver mantenuto, per primi e costantemente, i riflettori puntati su questo diffuso quanto inopportuno malcostume: collezionare poltrone.

 

 

Di Danilo Toneguzzi

LA POLITICA DEL DOPO
Dopo, è sempre più facile…
Dopo, non si rischia mai nulla…
Dopo, si ha sempre ragione…
Dopo, la popolarità non è messa in discussione…
Dopo, non c’è mai responsabilità…
Dopo, il politichese trionfa… anche se dopo, è “aria fritta”…
Questa è la politica del nostro paese: quella del “dopo”…
Il Movimento 5 Stelle ha, invece, la libertà di dire le cose quando sono scomode e non teme l’impopolarità.
Per questo è l’unico che può prendersi la responsabilità.

Read more

21 LUGLIO 2017 – ROMA: RIUNIONE NAZIONALE PUNTI SOS ANTI EQUITALIA

Tutti gli Sportelli di Soccorso SOSAntiequitalia del MoVimento 5 Stelle si sono riuniti venerdì 21 luglio 2017 presso la Sala Tatarella nel Palazzo della Camera dei Deputati a Roma. Il Deputato del MoVimento 5 Stelle Carlo Sibilia coordinatore dei Punti di Ascolto e promotore della riunione nazionale, ha introdotto i lavori ricordando i capisaldi alla base dell’iniziativa, ovvero essere vicini ai cittadini vessati, e dare loro i primi sostanziali strumenti di difesa sottolineando inoltre i possibili sviluppi futuri del progetto.

Il Deputato Emanuela Corda ha ribadito che il “problema” fisco è il problema principale in Italia dove un’economia sana ha bisogno di ossigeno cominciando in primis a far rispettare le leggi che già ci sono attraverso azioni forti sul territorio.

Con il supporto del collaboratore Legislativo Francesco Travaglino sono stati analizzati i dettagli del nuovo ente Agenzia delle Entrate-Riscossione, analizzando le opache incoerenze della legge vigente, illuminando lo scenario deprimente di Riscossione Tributi vecchio, farraginoso, prepotente, vessatorio, superficiale e tanto, tanto incompetente.

Si sono susseguiti gli interventi dei volontari dei Centri Regionali.
Racconti di verità vissute, di casi di piccola e media imprenditoria in cerca di aiuto, di persone in gravi difficoltà economiche e psicologiche lasciate sole o addirittura autoisolatesi dalla società per la vergogna di una situazione sfuggita di mano non a loro, ma sfuggita di mano ad Equitalia, ente disumano per eccellenza.

A sottolineare la gravità della situazione anche i racconti di persone vicine a meditare il gesto estremo, racconti che suscitano compassione, indignazione, rabbia, ma tanta stima per i nostri volontari, sempre determinati nel portare a termine il difficile compito di far vedere la luce in fondo al tunnel a persone che hanno perso la speranza.

Anche lo Sportello di Soccorso SOSANTIEQUITALIA M5S del FVG era presente a questo importante appuntamento con il suo gruppo di volontari, tra cui il Consigliere Comunale M5S Mara Turani. Per il gruppo è intervenuto il volontario fiscalista Mauro Capozzella, che ha fatto un puntuale resoconto di come è portata avanti l’attività nella nostra Regione, ricordando che lo sportello, costituito di un nutrito numero di volontari tra cui un assistente legali, uno psichiatra e attivisti, è finanziato grazie alle donazioni spontanee degli attivisti, della donazione del gettone di presenza dei Consiglieri Comunali del territorio e del sostegno di Marco Zullo Deputato M5S al Parlamento Europeo.

Capozzella è poi entrato nel merito del lavoro svolto presentando i numeri: 3,5 milioni di euro di cartelle in soli 5 mesi conseguenza di un drammatico indebitamento pro capite, ma soprattutto ha comunicato alla platea di volontari un risultato ancora più eclatante: l’Amministrazione comunale di Pordenone, preso atto dell’importanza dello strumento, palesata anche dai vari organi di stampa locali, ha annunciato l’apertura uno sportello analogo presso i locali del Comune di Pordenone.

(Al sindaco di Pordenone quindi il gruppo augura di trovare professionisti appassionati e disinteressati come i volontari del MoVimento 5 Stelle auspicando che dall’annuncio si passi all’immediata concretizzazione del progetto. Buon lavoro Sindaco)

Ogni Centro Regionale, sempre nel rispetto delle indicazioni e dei consigli di Carlo Sibilia, si è organizzato, logisticamente parlando, in maniera diversa, ma ogni Centro ha anche portato testimonianze di approcci diversi ed efficaci per aiutare i cittadini vessati da Equitalia, approcci frutto di creatività e passione.
Ecco che allora, come previsto negli intenti esposti dal Deputato Carlo Sibilia, si rende , quasi automaticamente, necessaria una condivisione di questi approcci a livello nazionale, che si estrinseca attraverso nuovi strumenti di condivisioni dei metodi, approcci, strategie e discussioni.
Quindi, sancito il successo dei Centri Regionali ora Carlo Sibilia propone un inevitabile passo avanti con una azione più potente organizzata ed efficace.

Dal piccolo al grande, dove mille volontari “uno vale uno” valgono un milione, quando sono uniti negli ideali del MoVimento 5 Stelle .

Read more

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi